Mss. 17

Breve discorso del rendimento di grazie a Dio da recitarsi nel’ultimo giorno dell’anno

Datazione: Sec. XVIII.
Origine:
Lingua: italiano

Numerazione, fascicolazione e disposizione del testo: ff. 6; bianco f. 6r. Cartulazione recente a lapis al centro del margine inferiore.
Fasc. 1(6).
Mm. 269 × 195 (f. 1r); piegatura verticale a centro pagina che divide il foglio in due colonne, con scrittura sulla sola colonna destra.
Decorazione:
Scrittura e mani: Una mano, con tutta probabilità dell’anonimo autore del testo.
Correzioni e aggiunte della stessa mano del testo, che ne rendono certa l’autografia.
Legatura: Legatura assente.

Scheda redatta da: Tommaso Salvatore

1 ff. 1r-5v

Autore: Anonimo
Titolo: «Breve discorso del rendimento di grazie a Dio da recitarsi nel’ultimo giorno dell’anno»
(segue un’«Aggiunta» a ff. 5r-5v)
f. 1r. inc. «Vos ipsi vidistis quomodo portaverim vos super alas aquilarum. Exod., cap. 19. Sa l’Onnipotente Iddio, per eccitare nel cuor del popolo d’Israele sentimenti di gratitudine»
f. 5r. expl. «Benedic anima mea Domino et noli oblivisci omnes retributiones eius / Fine»
f. 5v. expl. aggiunta: «che vi ha redento; nel nome dello Spirito Santo, che v’ha santificato. Benedictio»

Storia: Conti e prove di penna a f. 6v.
Già in Accademia della Crusca nel 1886, per provenienza ignota.
Nel 1895 il manoscritto fu aggiunto alla serie delle dieci «Cicalate e Letture fatte all’Accademia della Crusca» con segnatura 10: a f. 1r, infatti, al centro della colonna sinistra, la segnatura «17» è stata cassata e sostituita in inchiostro rosso con quella «10» (vd. ms 139).
Bibliografia: