Mss. 38

Michele Chiesa-Bini, La beneficenza ingegnosa; Sonetti per Pio IX

Datazione: 26 febbraio 1851 (datato a f. 2v).
Origine: Piglio
Lingua: italiano

Numerazione, fascicolazione e disposizione del testo: ff. 22; bianchi f. 1v, 17v, 21v-22v. Cartulazione recente a lapis nell’angolo inferiore destro; presente paginazione coeva al testo a penna al centro del margine superiore da f. 2r a 21r (numm. 3-40, erroneamente replicato il num. 21).
Un unico fascicolo irregolare di 22 fogli composto da un otterno (ff. 2-17) e un un duerno (ff. 18-21) raccolti entro un bifoglio (f. 1 e f. 22).
Mm. 264 × 190 (f. 7r); fogli rigati.
Decorazione: Elementare decorazione di cornici concentriche a ogni facciata; frontespizi architettonici tracciati a f. 1r e 18r.
Scrittura e mani: Una mano, autografa di Michele Chiesa-Bini.
Legatura: Coperta in carta marmorizzata.

1 f. 2rv

Autore: Michele Chiesa-Bini
Titolo: Epistola prefatoria
f. 2r. inc. «Accademici valorosi. Voi per avventura vi meravigliate, o Accademici»
f. 2v. expl. «e a me premio ciò il più splendido fia e il più giocondo»
f. 2v. Data: «Delle Signorie Vostre Illustrissime. Dal Piglio a dì 26 Febbraio 1881»
f. 2v. Firma: «Umilissimo e devotissimo servidore Michele Chiesa-Bini da Bologna»

2 ff. 3r-17r

Autore: Michele Chiesa-Bini
Titolo: La beneficenza ingegnosa
f. 3r. «Racconto a maniera di novella»
f. 4r. «Proemio o Introduzione per Novelle»
f. 4r. inc. proemio: «Le novelle onestamente scritte sono, secondo che io credo»
f. 4v. expl. proemio: «quem penes arbitrium est, et jus, et norma loquendi»
f. 5r. «Racconto. La beneficenza ingegnosa / ossia / Il vescovo di Auch in Guascogna, per un sottile accorgimento, alla miseria del Cavalier Ruggieri da Armagnàc generosamente soccorre, nel perduto stato ritornandolo senza punto muovere l’onor suo»
f. 5r. inc. «Pochi hannovi a questi giorni su la Terra corrotta e guasta»
f. 17r. expl. «maggior onore non ricercare giammai, che di questo nullo al mondo fia maggiore»

3 ff. 18r-21r

Autore: Michele Chiesa-Bini
Titolo: Sonetti per Pio IX
f. 18r. «Alcune poesie toscane al Ottimo Massimo Pontefice Pio Nono per la gloriosa sua esaltazione al Pontificato e celebre donata amnistia»
f. 18v. «All’Effigie della Santità dell’Ottimo Massimo Pontefice l’immortale Pio Nono»
f. 18v. inc. «Questi è colui che, di clemenza esempio»
f. 21r. expl. «la Luna, il Sol, le fiammeggianti stelle»

Storia: Timbro «MB» di Michele Bini a f. 2v; silloge allestita dall’autore per essere offerta all’Accademia della Crusca: donata il 4 aprile 1851.
Bibliografia: