Mss. 83

Orazio Ricasoli Rucellai, Risposta all’accusa dell’Ornato

Datazione: Sec. XVII (post 1652).
Origine:
Lingua: italiano

Numerazione, fascicolazione e disposizione del testo: ff. II, 12, II’; bianco f. 12rv. Cartulazione recente a lapis nell’angolo inferiore sinistro.
Fasc. 1(12). Richiami nel margine inferiore destro di ogni pagina.
Mm. 273 × 197 (f. 1r).
Decorazione:
Scrittura e mani: Una mano.
Legatura: Legatura del sec. XIX in carta telata su piatti in cartone.

Scheda redatta da: Tommaso Salvatore

1 ff. 1r-11v

Autore: Orazio Ricasoli Rucellai
Titolo: Risposta dello ’Mperfetto all’accusa dell’Ornato detta ai 26 Giugno 1652
f. 1r. «Risposta dello Imperfetto Accademico della Crusca dopo il (sic) Arciconsolato all’accusa fatta contro di lui dall’Ornato l’anno 1652»
f. 1r. inc. «Se la pompa del dire, se la spezialità de’ vocaboli, se ’l rimbombo de’ più risonanti periodi»
f. 11v. expl. «se cedendo al rossore ho coraggiosamente impugnato la verità per difendermi»

Storia: A f. IIr il titolo d’altra mano «Orazione in difesa dell’Imperfetto dopo il suo Arciconsolato. 1651».
Possessori: Alamanno Salviati (1669-1733); acquistato a Roma nel 1804 da Giuseppe Bossi (1777-1815), alla cui biblioteca pertiene probabilmente la segnatura «N. 7» che si legge nel margine superiore destro di f. IIr e nel margine inferiore destro di f. I’v; Guglielmo Libri (1802-1869); acquistato dall’Accademia della Crusca all’asta libraria Franchi & C. di Firenze nel 1885 (cfr. ms. 79).
Bibliografia: