Mss. 93

Luigi Fiacchi, Spoglio dei Dialoghi di Orazio Rucellai

Datazione: Sec. XIX primo quarto.
Origine:
Lingua: italiano

Numerazione, fascicolazione e disposizione del testo: ff. III, 132, III; bianco f. 132v. Cartulazione recente a lapis al centro del margine inferiore.
Fasc. 66(2). Numerazione dei fascicoli nell’angolo superiore destro del primo foglio.
Mm. 302 × 207 (f. 95r).
Decorazione:
Scrittura e mani: Una mano, di Luigi Fiacchi, che si sottoscrive a f. 1r, dopo il titolo, e appone il proprio nome in calce a ogni voce.
Legatura: Legatura del sec. XIX in quarto di pergamena con quadranti di cartone ricoperti di carta marmorizzata e punte in pergamena; piatti sagomati; sul dorso liscio, entro uno scomparto in pelle, è il titolo in oro «Rucellai / Spoglio MS».

Scheda redatta da: Tommaso Salvatore

1 ff. 1r-132r

Autore: Luigi Fiacchi; Orazio Ricasoli Rucellai
Titolo: Spoglio di Orazio Ricasoli Rucellai, Dialoghi filosofici
f. 1r. «Rucellai. Dialoghi filosofici del Prior Orazio Ricasoli Rucellai nostro Accademico detto l’Imperfetto (...) Fiacchi»
f. 1r. inc. «I 251. Arco celeste. Imperf. V. Tusc. D. 1, T. 1, 27. “Senza che io qui v’annoveri i tuoni, i baleni, l’arco celeste”»
f. 132r. expl. «V 230. S. Venoso agg. di sangue. Imperf. Anat. 308. “Deesi aggiugnere che la corruzione (...) che del venoso”. Fiacchi»
f. 132r. «Fine dello Spoglio de’ Dialoghi filosofici dell’Imperfetto»

Storia: A f. Ir a lapis l’abbreviatura dei Citati «Rucell. Or. Dial.», seguita dalle norme di citazione.
In testa a f. 21r il ricordo d’altra mano «presentato da Fiacchi 26 Marzo 1816»; di questa stessa mano, a f. 35r, la data «11 Marzo 1817». Spoglio di servizio per il lavoro lessicografico, destinato all’Accademia sin dalla sua confezione.
Segnatura precedente: Libri rari 4/10.
Bibliografia: