Mss. Castellani 3

Patti di gabella dei Comuni di Bologna e Firenze

Datazione: sec. XIV secondo quarto (post 1317)
Origine: Firenze
Lingua: fiorentino

Numerazione, fascicolazione e disposizione del testo: ff. 8, bianchi i ff. 7r-8v. Numerazione assente.
Fasc. 1(8); in-folio.
Mm. 297 × 228. Specchio rigato assente; ripartizione approssimativa dello schema di impaginazione: 23 [246] 28 × 27 [169] 32 (f. 5r). Rr. 0 / ll. 29
Scrittura e mani: Una mano corsiva mercantesca.
Legatura: Legatura assente, fascicolo raccolto in due cartelle moderne, uno con titolo a penna di mano del sec. XIX «Tariffe di dazii convenuti fra il Comune di Firenze e quello di Bologna dall’anno 1317 in qua», l’altra più recente con titolo a lapis di mano di Castellani «Corsiva mercantesca della prima metà del sec. XIV (secondo Casamassima: 1320-1330). Traduzione d’un originale latino redatto da un notaio bolognese. Lingua: fiorentino dei primi decenni del Trecento».

1 ff. 1r-6v

Titolo: Patti di gabella dei Comuni di Bologna e Firenze
f. 1r. «Questi sono i patti ch’erano dal Chomune di Bolongna a quello di Firençe dal mcccxvii in qua»
f. 1r. inc. «Che tucti i fiorentini e•lle loro merchatantie che andassero o che venissero per la città di Bolongna»
f. 6v. expl. «çubbe et chamiscie di çendado per soma: lire i, soldi iiii»

Storia: Possessori: acquistato da Arrigo Castellani presso l’antiquario Fioretto di Firenze il 26 gennaio 1977 (sulle due cartelle che racchiudono il fascicolo, di mano di Castellani, note a lapis «26/1/1977 / A.C. / (Fioretto, t03)» e «gennaio 1977 / A.C. / (Fioretto, t03)». Donato dagli eredi Castellani all’Accademia della Crusca il 20 maggio 2016.
Segnatura Castellani: Mss. 3.